Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Menu
 
 
 

Linee Guida Classificazione Sismica

Nella giornata di ieri, 20 Febbraio 2017, l'Assemblea del Consiglio superiore dei Lavori Pubblici ha approvato le Linee Guida per la Classificazione Sismica degli Edifici.
Le Linee Guida saranno adottate dal Ministero delle Infrastrutture entro il 28 Febbraio.
Il documento dovrà essere utilizzato insieme alle attuali Norme Tecniche NTC 2008, e, in futuro, con le NTC 2017 in via di approvazione.
Il progettista dovrà eseguire una valutazione dell'edificio allo stato di fatto e una nello stato di progetto, basandosi sugli Stati Limite di Danno (SLD) e di Salvaguardia della Vita (SLV), attribuendo quindi una classe di rischio sia per lo stato attuale dell'edificio che per la configurazione dopo l'esecuzione dei lavori. La determinazione della classe avviene valutando i costi dei danni che si avranno al superamento degli Stati Limite considerati durante l'analisi dell'edificio e del consolidamento in via di progettazione. In pratica vengono valutati i costi per portare l'edificio in condizioni di sicurezza in caso di evento sismico.
Il progettista, basandosi su un approccio prestazionale e sulle NTC, potrà valutare quale tipo di intervento risulta economicamente e tecnicamente eseguibile.